Berlusconi a Maroni: «A me come mafioso non mi hai ancora preso»

Posted on 9 ottobre 2009

0


 

La battuta del premier al ministro dell’Interno. Poi l’invito ad andare avanti nella lotta alla criminalità

ROMA – Roberto Maroni snocciola i numeri del Viminale. «Ogni giorno – dice il ministro dell’Interno – sono stati arrestati mediamente 8 mafiosi. Non ci sono precedenti di un governo che nei primi 15 mesi ha adottato così tante misure contro la mafia e così efficaci». Accanto a lui, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi, siede Silvio Berlusconi. Il premier annuisce e invita il ministro ad andare avanti. «I numeri sono positivi – dice – soprattutto sul numero dei mafiosi e dei latitanti arrestati. Questo ci rende fiduciosi per un finale che cancelli le organizzazioni criminali dal nostro Paese. Il ministro Maroni sa che solo così passerà alla storia e quindi è molto, molto impegnato».

LA FRASE – Poi il Cavaliere chiude il suo intervento con una battuta: «Comunque, a me come mafioso – afferma Berlusconi – non mi hai ancora preso».

09 ottobre 2009