G8, un secolo di carcere ai black bloc: “Illegittima la carica di via Tolemaide”

Posted on 9 ottobre 2009

0


La sentenza della Corte d’Appello: 10 pesanti condanne e 15 proscioglimenti
per perscrizioni e assoluzioni: 15 anni di carcere, la pena più lunga

 

I reati sono "devastazione e saccheggio". Ma una parte degli imputati sono stati assolti perché l’azione violenta decisa dalla polizia non era giustificata
di MASSIMO CALANDRI

G8, un secolo di carcere ai black bloc "Illegittima la carica di via Tolemaide"

G8, gli scontri in via Tolemaide a Genova

GENOVA – Un secolo di carcere per i manifestanti che "devastarono" e "saccheggiarono" Genova durante il G8 del 2001. Quarantotto ore dopo la assoluzione del prefetto Gianni De Gennaro, piovono misure durissime per dieci presunti black bloc: 98 anni e 9 mesi di reclusione in tutto. Prescrizioni ed assoluzioni per altri quindici imputati, che parteciparono ai disordini ma con l’attenuante di aver reagito ad una carica illegittima delle forze dell’ordine. La seconda sezione della Corte d’Appello del capoluogo ligure ha letto la sentenza intorno a mezzogiorno: Vincenzo Puglisi è stato condannato a 15 anni di carcere, Vincenzo Vecchi a 13 anni e 3 mesi, Marina Cugnaschi a 12 anni e 3 mesi. "Pene che non si infliggono neanche agli assassini. E se questi ragazzi hanno commesso qualche reato, è stato contro delle cose, degli oggetti. Non delle persone". "Colpirne dieci per educarne milioni", ha protestato il pubblico in aula. Sconcerto tra i difensori, che aspettano le motivazioni della sentenza – ci vorranno tre mesi – ma intanto parlano di decisione "incredibile": "Avevamo intuito, dopo le recenti sentenze, che da queste parti tirava una brutta aria: ma qui ci sono imputati che hanno preso più di dieci anni per aver mandato in frantumi una vetrina e basta", commenta amaro l’avvocato Roberto Lamma.

Maria Rosaria D’Angelo, presidente del tribunale, ha parzialmente riformato la decisione presa nel dicembre del 2007: rispetto al passato il totale delle pene diminuisce appena – dieci anni in meno – ma si inasprisce nei confronti delle cosiddette Tute Nere. I giudici hanno confermato che la carica delle forze dell’ordine in via Tolemaide, nel primo pomeriggio del 20 luglio, era illegittima. Quell’assalto nei confronti dei no-global in corteo scatenò l’inferno nel quale trovò poi la morte Carlo Giuliani. Massimiliano Monai, il giovane che gli era accanto nell’assalto al Defender dei carabinieri – e ribattezzato l’"uomo con la trave" – era stato condannato in primo grado a cinque anni di prigione: adesso nei suoi confronti è stato invece sancito il ‘non doversi a procederè per via della prescrizione.

"Mi onoro di aver partecipato da uomo libero ad una giornata di contestazione contro un’economia capitalista", aveva dichiarato Vincenzo Vecchi. Carlo Cuccomarino è stato condannato ad 8 anni. Dieci anni e nove mesi per Luca Finotti. Per Ines Morasca, sei anni e sei mesi. Dieci anni per Alberto Funaro, sette per dario Ursino. Antonino Valguarnera prima del G8 aveva prestato servizio nell’Esercito in Bosnia, ed era stato premiato. Coinvolto in un episodio contestatissimo – secondo la polizia avrebbe lanciato delle bottiglie incendiarie, che però non sono mai state individuate – è stato condannato ad otto anni. Nel frattempo si è iscritto all’Università, pagando gli studi con lavori a termine, gli manca un esame alla laurea. E l’Esercito gli ha scritto, offrendogli un posto per via dell’esperienza passata. Ma se la Cassazione confermerà la decisione odierna, per lui – come per gli altri – si apriranno le porte del carcere.

© Riproduzione riservata (9 ottobre 2009)

Posted in: Genova 2001