Arrestato l’assessore Prosperini Corruzione e turbativa d’asta

Posted on 17 dicembre 2009

0


 

L’assessore regionale allo sport e al turismo della Lombardia, Piergianni Prosperini del Pdl, è stato arrestato dalla Guardia di finanza con le accuse di corruzione e turbativa d’asta. Insieme a Prosperini è stato arrestato anche il proprietario di Odeon Tv Raimondo Lagostena Bassi. L’ inchiesta condotta dai militari della Guardia di Finanza, riguarda presunte irregolarità sulla gara d’appalto 2008-2010 per la promozione turistica in tv del turismo in Regione Lombardia.
«Sono certo che Pier Gianni Prosperini saprà dimostrare la sua estraneità e la sua innocenza, di cui non ho motivo di dubitare. E confido che la giustizia, a cui va lasciato compiere il suo corso, saprà arrivare a conclusioni certe in un tempo molto rapido». Lo scrive in una nota il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, appena appresa la notizia dell’arresto dell’assessore  lombardo allo Sport a al Turismo.
Prosperini – che si definisce "Baluardo della cristianità" ed è noto per il linguaggio e le proposte decisamente sopra le righe  – nel marzo del 2007 si ritrovò al centro di una feroce polemica in ragione di alcune sue dichiarazioni. In un’intervista al Giornale, Prosperini attaccò duramente omosessuali, tossicodipendenti, nomadi e musulmani, pronunciando frasi come «Ci vuole il modello Singapore: lo stendi sulla panchetta e ten, ten dieci nerbate..» a proposito di possibili terapie per combattere la tossicodipendenza. Oppure quelle contro gli omosessuali: «I gay garrotiamoli, ma non con la garrota spagnola, il collare che stringe lentamente la gola. Ma quella indiana, pare degli Apache: cinghia di cuoio legata intorno alle tempie che asciugandosi al sole si stringe ancora..»
L’allora presidente di An Gianfranco Fini lo fulminò: «Prosperini si vergogni e si dimetta. Di dirigenti come lui la destra italiana non sa che farsene».

16 dicembre 2009

Posted in: Le Buone Notizie