Teheran, ancora scontri. Quattro manifestanti uccisi

Posted on 27 dicembre 2009

0


 

Non si fermano le violenze in Iran, dove la tensione è crescente dal giorno della morte del grande ayatollah dissidente, Hossein Ali Montazeri, voce critica del regime. Mentre gli sciiti celebrano la festa dell’Ashura, le processioni del lutto religioso si sono trasformate in nuove manifestazioni di protesta politica da parte dell’opposizione che accusa il regime di aver manipolato le elezioni svoltesi il 12 giugno per imporre Mahmoud Ahmadinejad.
Dopo le proteste di ieri e l’"assalto" della polizia nell’agenzia di stampa Isna, oggi nuovi violenti scontrI. Quattro manifestanti sono statio uccisi negli scontri tra polizia e opposizione nel centro di Teheran. Lo ha riferito il sito riformista iraniano Jaras.
Alcuni testimoni hanno riferito che la rete dei telefoni cellulari sembra sia stata oscurata in gran parte della capitale iraniana. Colpi d’arma da fuoco sono stati uditi in diverse zone di Teheran, tra cui la piazza Enqelab.
La folla, scesa in piazza per la festività sciita dell’Ashura che coincide con il settimo giorno di lutto per la morte dell’ayatollah dissidente Hossein Alì Montazeri, ha scandito slogan contro il presidente Mahmud Ahmadinejad, urlando «A morte il dittatore». Scontri tra manifsetanti e polizia sono stati segnalati dal sito Jaras anche a Isfahan e Najafabad, nell’Iran centrale.

27 dicembre 2009

Advertisements
Posted in: Los de abajo