La Chinchilla: “Eguaglianza e dialogo”

Posted on 8 febbraio 2010

0


Costa Rica, prima donna presidente

Costa Rica, prima donna presidente La Chinchilla: 
"Eguaglianza e dialogo"

Laura Chinchilla

SAN JOSE’ – Per la prima volta, una donna è stata eletta alla guida del Costa Rica: vicepresidente nel governo uscente di Oscar Arias (Premio Nobel per la Pace nel 1987), Laura Chinchilla, politologa 50enne, è riuscita a sbaragliare la concorrenza, conquistando quasi il doppio (il 47 per cento) dei voti dei suoi più diretti avversari: Otton Solis, il candidato del centro-sinistra, che perse per un soffio le presidenziali nel 2006 e si è fermato al 24 per cento; e Otto Gyuevara, del partito di destra Movimento Libertario,  al 21 per cento.
"E’ un momento di gioia, ma anche di umiltà, il popolo mi ha dato la sua fiducia e non la tradirò", ha detto la Chinchilla, davanti a circa 5.000 sostenitori festanti, riuniti in un hotel  a San Jose. Di formazione socialdemocratica, la Chinchilla ha rivolto un appello al dialogo ai suoi avversari politici e ai diversi settori sociali, e ha promesso di continuare le politiche del suo predecessore Arias: migliorare la qualità della salute, l’educazione, la sicurezza e assicurare l’uguaglianza di genere.
Il Costa Rica, che non ha esercito, è un piccolo Paese di straordinarie bellezze naturali, che sta tutelando grazie all’eco-turismo, il turismo che ha un minimo impatto sull’ambiente: il governo preserva le bellezze naturali con politiche di sviluppo sostenibile che promuovono un uso adeguato delle risorse naturali. Noto per la sua stabilità politica e i suoi bassi indici di criminalità, il Costa Rica è riuscito anche a tenersi lontano dalle guerre civili che hanno devastato i Paesi vicini, ma negli ultimi anni è diventato una zona di transito della droga del Messico.

(08 febbraio 2010)

Posted in: Los de abajo