Bersani, via Padova: «Fallita la politica d’integrazione e sicurezza del governo»

Posted on 14 febbraio 2010

0


Gasparri: «Servono risposte immediate, coerenti con le norme del centro-destra»

 

Il segretario Pd: «Quello che è accaduto è gravissimo, Pdl e Lega non scarichino le responsabilità». La Lega attacca

Gasparri: «Servono risposte immediate, coerenti con le norme del centro-destra»

Bersani, via Padova: «Fallita la politica d’integrazione e sicurezza del governo»

Il segretario Pd: «Quello che è accaduto è gravissimo, Pdl e Lega non scarichino le responsabilità». La Lega attacca

Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani (Ansa)

Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani (Ansa)

MILANO – La rivolta di Milano dimostra che è fallita la politica di integrazione e sicurezza del governo. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, va giù duro commentando i fatti di via Padova a margine del Manifutura Festival organizzato dal Nens. Quello che è accaduto «è una cosa gravissima – ha detto Bersani – un’impressione veramente notevole, ma mi ha fatto impressione sentire le alte grida di esponenti della destra, della Lega: ma di cosa stiamo parlando, governano loro il Paese, la regione, la città, si prendano carico del fatto che è fallita una politica sia di integrazione sia di sicurezza e non scarichino le responsabilità». Se si vuole lavorare seriamente per affrontare e superare i problemi, ha proseguito il leader del Pd «si lavori seriamente, ma continuare a coltivare questi problemi per fare consenso e non risolverli mai non è più accettabile».

LA LEGA ATTACCA – La Lega parte all’attacco. Matteo Salvini, eurodeputato e consigliere comunale, chiede «controlli ed espulsioni casa per casa, piano per piano» nei quartieri multietnici della città. «Quello che è accaduto è una risposta a tutti coloro che ritengono che l’integrazione possa avvenire per legge o per decreto – dice all’Ansa Calderoli – Sono cose da matti, stiamo pagando una ideologia sbagliata del passato e anche gli errori odierni di qualcuno che pensa che l’integrazione possa realizzarsi attraverso delle modifiche numeriche». Senza citarlo, una bacchettata a chi, come il presidente della Camera Gianfranco Fini, chiede che siano ridotti i tempi per ottenere la cittadinanza. Calderoli ricorda che la Lega considera «da sempre essenziale quantità, qualità e controllo» dell’immigrazione.

GASPARRI – Per Maurizio Gasparri presidente dei senatori del Pdl «gli ingenui che da sinistra tessono in modo acritico e demagogico le lodi dell’integrazione prendano atto, dopo quanto è avvenuto la scorsa notte a Milano, che bisogna proseguire nella politica di fermezza voluta dal Pdl in materia di immigrazione». «Non possiamo tollerare – dice ancora Gasparri – vere e proprio guerre etniche nelle nostre città. Si proceda alla revoca di ogni tipo di permesso e alla espulsione immediata di chi alimenta violenze. Servono risposte drastiche e immediate, coerenti con le norme volute dal centro-destra. Tolleranza zero per i violenti che non hanno il diritto di devastare le nostre città. L’azione deve essere immediata ed efficace come lo è stata l’attività dei respingimenti nel Mediterraneo. Le violenze razziste non sono compatibili con le regole italiane della democrazia, della legalità e della tolleranza».

Redazione online
14 febbraio 2010

Advertisements