Raid israeliano a Gaza, quattro feriti

Posted on 23 marzo 2010

0


COLPITA UNA CASA CHE, SECONDO ISRAELE, NASCONDEVA UN LABORATORIO DI ARMI

 

Netanyahu in Usa: «Nessuna tensione, solo dissenso tra amici». Clinton: «Israele faccia scelte coraggiose»

Uno dei feriti nel raid a Gaza (Afp)

Uno dei feriti nel raid a Gaza (Afp)

GAZA – Quattro palestinesi, tra cui una donna, sono rimasti feriti nella notte in un raid aereo israeliano nella Striscia di Gaza. Lo hanno riferito fonti palestinesi e israeliane. I quattro sono rimasti leggermente ferite dalle schegge di un missile lanciato contro una casa. Secondo un portavoce militare israeliano, l’abitazione nascondeva un laboratorio di armi. L’esplosione ha danneggiato anche tre case vicine. L’esercito israeliano ha precisato che il raid era una reazione al lancio di missili da Gaza lunedì, rivendicata dal Fronte democratico per la liberazione della Palestina.

NETANYAHU A WASHINGTON – Il premier israeliano Benjamin Netanyahu si è soddisfatto dai primi colloqui con l’amministrazione americana, tra cui quello con il segretario di Stato Hillary Clinton, e considera «dissensi tra amici» le recenti tensioni con gli Usa. Lo ha reso noto il segretario generale del governo, Tzvi Hauser. Lunedì sera, Netanyahu, nella riunione dell’Aipac, la principale lobby ebraica negli Stati Uniti, ha detto tra l’altro che è fiducioso «nel prosieguo dell’amicizia» con gli Usa. In serata Netanyahu incontrerà il presidente Barack Obama. Netanyahu ha sottolineato nel suo discorso che «Gerusalemme non è un insediamento, è la nostra capitale» e che Israele vuole che i palestinesi siano «nostri vicini, che vivano liberamente», rivolgendo un appello al presidente dell’Autorità palestinese, Mahmoud Abbas, affinché «venga e negoziare la pace». In un intervento pronunciato poche ore prima, Clinton aveva esortato Israele a compiere scelte «difficili ma necessarie».

Redazione online
23 marzo 2010

Posted in: Free Palestine