Attacco contro un ranch dei narcos trovata fossa comune con 72 cadaveri

Posted on 25 agosto 2010

0


 

La macabra scoperta dei marines messicani in una fattoria utilizzata come base da un gruppo di narcotrafficanti. Nello scontro a fuoco uccisi un soldato e tre malviventi

Attacco contro un ranch dei narcos trovata fossa comune con 72 cadaveri

CITTA’ DEL MESSICO – La guerra tra cartelli del narcotraffico continua a mietere vittime in Messico. I marines messicani hanno trovato una fossa comune con 72 cadaveri. Si tratta della più grande mai scoperta da quando il presidente Felipe Calderon, nel 2006, ha inasprito la sua offensiva contro i cartelli della droga, che ha fatto finora oltre 28mila morti. I corpi di 58 uomini e 14 donne erano in un ranch vicino a San Fernando, un villaggio di 30mila abitanti nello Stato di Tamaulipas, vicino al confine con il Texas. I militari hanno fatto la macabra scoperta ispezionando la fattoria utilizzata come base da un gruppo di narcos, poco prima colpita da un raid terrestre e aereo. Nello scontro a fuoco seguito all’attacco hanno perso la vita un soldato e tre malviventi. Uno di quelli che si sono dati alla fuga è stato arrestato.
Lo Stato di Tamaulipas è uno dei più violenti del Messico, teatro di una guerra tra due cartelli del narcotraffico che se ne contendono il controllo. "Il governo federale condanna fermamente i barbari atti commessi dalle organizzazioni criminali" hanno dichiarato i marines messicani in un comunicato. "La società intera dovrebbe condannate gli atti di questo tipo, che dimostrano l’assoluta necessità di continuare a combattere il crimine con il massimo rigore".
La scoperta della fossa comune è avvenuta dopo che un  ferito si è avvicinato a un posto di blocco, raccontando di essere stato attaccato da uomini armati che si trovavano nel ranch. L’uomo è stato posto sotto la protezione delle autorità federali, mentre i marines si sono diretti nel ranch, dove è scoppiato uno scontro a fuoco in cui sono rimasti uccisi un militare e tre presunti narcotrafficanti. Al termine della sparatoria il macabro rinvenimento.
Nella fattoria i militari hanno trovato anche un vero e proprio arsenale composto da 21 pistole, sette fucili, 101 caricatori, quasi settemila cartucce di diverso calibro, quattro giubbotti antiproiettile, giubbe mimetiche e quattro camion con falsa immatricolazione camuffati da mezzi del ministero della Difesa.

(25 agosto 2010)

Advertisements