Luca Panozzo – Lettera ad un amico leghista

Posted on 24 settembre 2010

0


no, non basta dire così fan tutti per giustificarsi… non chiamare fuori la lega… la lega ci è dentro, e ci mangia come tutti gli altri… e nel nord, molto di più… vogliamo parlare dei rapporti con le banche? vogliamo parlare di verona, dello stimato bancarottiere biasi? tosi non sapeva? allora è un emerito imbecille (è già noto)… oppure anche lui, ardito incendiario di campi nomadi, sapeva e c’era dentro…

mi sembra quasi tu viva in un mondo tuo, dove la lega invece che verde è rosa, tutto bellissimo, tutto in regola, i buoni contro i cattivi, i puliti contro gli sporchi… noi siamo i migliori… ma dove????? anni fa, almeno, potevate dire di essere ‘gli onesti’… ti ricordi i cappi sventolati con mani pulite? ora, solo violenti, ignoranti, proto-fascisti, volgari, con in testa e nel cuore un unico progetto: il potere… e sfortunatamente siete riusciti ad averlo… e adesso? vi fate trovare con le mani nella palta come qualsiasi altro delinquente di partito…

e la scuola di adro? un sindaco italiano che dice io prima sono leghista? uno che ha giurato sulla costituzione? tutto a posto? serve altro prosciutto sugli occhi? tu non sarai xenofobo, ma sei una mosca bianca, e lo sai bene… e allora, come giustifichi?… come vai alle riunioni con certa gentaglia? sicuramente avrai un tuo tornaconto, nonostante la tua stanchezza, non credo tu vada al consiglio comunale gratis…

e la morale? e l’etica? e la solidarietà? non vogliamo dare asilo a chi scappa dalle guerre? e se ricacciamo in libia i barconi interi, magari bersagliandoli con le mitragliatrici, per la felicità del trio di delinquenti borghezio-calderoli-maroni, a cui aggiungiamo il farsesco salvini (che ci fa conoscere nel consiglio europeo, sventolando la svastica del nord), come possiamo distinguere fra i delinquenti e i profughi? l’italia ha firmato dei trattati, e deve rispettarli…

il vostro leader, ormai un relitto d’uomo, riesce solo ad alzare il dito medio e a fare pernacchie, e sta per passare il testimone a suo figlio, che lui stesso definisce il trota, sicuramente per le sue doti di statista… come nelle migliori monarchie… sarai contento di dover ubbidire a renzo bossi? uno che si vanta che non è mai stato a sud di roma? che sproloquia contro gli omosessuali? che non passava la maturità?

e poi mi parli di alemanno, che non è certo un mio uomo, come tu sai, anzi… e delle fantastiche cose che farebbe a roma una lega al potere… ho visto in piemonte… i leghisti al potere affidare incarichi pubblici a figli e nipoti… parliamo di verona? la lega al potere? le assunzioni dell’agsm? la corsia preferenziale per le camicie verdi? e gli altri stanno fuori… così fan tutti? così fate anche voi, comunque… siete uguali agli altri, se non peggio…

e mi sembrate dei poveretti, che con l’ombrello credono di essere al sicuro dallo tsunami… remate contro la storia, ma cari voi, prima o poi vi seppellirà… state lì, a proteggere il vostro piccolo portafoglio,i schei, il vostro piccolo lembo di terra, le vostre ridicole tradizioni, e non vi accorgete che intanto la storia è scappata via, e vi ha lasciato lì come dei coglioni… il futuro è accoglimento, solidarietà, e soprattutto una società multietnica, nonostante voi beceri razzisti… con gente di tutti i colori, tutte le razze, tutte le tendenze sessuali (anche i culattoni, come li chiamate voi uomini veri)… e magari meno chiesa e meno preti, e così, meno pedofili…

siete antichi, e pericolosi, e non fate più sorridere, come prima… i baccani alla riscossa… un fenomeno da baraccone… no, ora vi siete rivelati, si è capito chi siete veramente, la scuola di adro parla per voi… è quello che vorreste fare, tapezzare il nord di soli padani, le nuove svastiche italiane… che schifo…

e dico voi e non loro, perchè tu ci sei dentro… e ancora ciurli nel manico, difendi chi è complice di un governo di gentaglia che il vostro splendido giornale padano anni fa definiva mafiosi… la lega non vuole i libici, ma avvalla… e l’italia diventa un teatrino… dovresti vederla da qui, da fuori… per il potere è lecito tutto, anche sporcarsi di merda? la storia vi giudicherà… ma tu, intanto, sei lì, con loro… e io, mi dispiace, non posso condividere nulla con chi crede nelle idee leghiste… come una volta, lo è stato per i fascisti… per questo, ho perso altri amici per strada… con la morte nel cuore, ma non potevo fare altro… qui, mi sono scrollato di dosso la promiscuità veronese, dove si è tutti nello stesso buco e si deve più o meno convivere…  qui, posso decidere… e caro ****, voglio dirti che contro di te direttamente non ho nulla, ma non ho nemmeno più nulla in comune… tu, sei per lo meno un loro complice,  giustifichi i loro metodi, e addirittura ci mangi, pure… certo, tu sarai l’unico leghista non xenofobo del nord italia, ma anche allora, c’erano i fascisti ‘buoni’ e quelli ‘cattivi’… poi, per la storia, non si è più fatta tanta differenza…

anch’io ti apprezzavo, ma ora non so più cosa pensare… tipo, ci fai o ci sei? chi sono i deboli che tu dici di difendere? gli ultra sovvenzionati contadini veneti in pericolo per l’invasione dei barbari stranieri, brutti sporchi e cattivi? veramente non riesci a vedere ciò che sta dietro l’accozzaglia di ignoranti che tu rappresenti in consiglio comunale? poiché non posso crederlo, allora, scusami tanto, ma io questa la chiamo omertà… e che tu ci faccia, o ci sia, per me cambia poco… ci rivediamo quando ritorni il vecchio **** di una volta… nel frattempo, state bene, tu e la famiglia…